Convenzioni sociali e regole di mercato, 2 mondi separati!

convenzioni sociali e regole di mercato, tenere separati!
Condividi le informazioni

Immagina di andare a cena a casa di amici e, come da prassi, ti presenti con la tua classica bottiglia di vino per fare bella figura. Una delle tante convenzioni sociali che spesso accetti come fosse uno status quo senza farci particolare caso.

Immagina adesso di non avere avuto il tempo di passare a prendere la bottiglia e di presentarti alla porta del tuo amico direttamente con una bella banconota da 20€. A livello di convenzioni sociali sarebbe ancora la stessa cosa?

Ma neanche per sogno!

In questo caso siamo di fronte a quella che il premio Nobel Alvin Roth definisce una transazione ripugnante!


Perché il gesto è ripugnante?

I mercati ripugnanti

Evonomia architetto delle scelte - Convenzioni sociali e regole di mercato, 2 mondi separati!

Una veloce definizione di mercati ripugnanti stabilisce che

Nei mercati ripugnanti alcuni agenti economici sarebbero disposti a concludere transazioni considerate eticamente inaccettabili e che, in molti Paesi, sono perfino illegali! Condividi il Tweet

Si tratta quindi di mercati che impattano sulla tua sfera sociale, etica o morale e di cui spesso neghi l’esistenza in modo ufficiale [ salvo poi accettarne gli scambi clandestini ].

Roth ha dimostrato che, attraverso regole precise, è possibile far funzionare mercati che andrebbero incontro a fallimento in condizioni normali.

Un esempio?

Il “mercato” della donazione di reni negli Stati Uniti.

Spesso i familiari di un paziente in attesa di trapianto offrono il loro rene ma, purtroppo, risultano incompatibili con il malato.

Uno studio pubblicato nel 2003 da Roth dimostra, ad esempio, che una corretta raccolta di informazioni immunologiche di pazienti e parenti/donatori tra loro incompatibili permetterebbe di far incontrare “domanda ed offerta” di richiedenti ed offerenti, impegnando tra loro al massimo tre coppie di malati/familiari.

Il tutto senza avvalersi del denaro e del “sistema dei prezzi”.

Cosa hanno in comune le transazioni ripugnanti? Il fatto che diventa in qualche modo possibile regolare e portare a termine una sorta di “proposta indecente” tra parti consenzienti.

Ma cosa c’entra con la bottiglia di vino e la cena del mio amico?

L’economia delle convenzioni sociali

evonomia giovane tifoso - Convenzioni sociali e regole di mercato, 2 mondi separati!

Le relazioni proposte nei mercati ripugnanti sono l’emblema estremo di un mercato in cui il punto d’incontro è determinato da fattori diversi dal semplice rapporto economico/monetario.

Il mondo delle convenzioni sociali include lo scambio di favori senza una base di tipo monetario; sono gesti semplici, non quantificati materialmente e con un forte valore simbolico.

Quindi …

… presentarsi con una bottiglia di vino a casa di amici è la tipica convenzione sociale; di contro presentarsi con denaro contante trasforma il gesto in un mero rapporto economico.

C’è una grande differenza!

Le convenzioni di Dan Ariely

evonomia dan ariely - Convenzioni sociali e regole di mercato, 2 mondi separati!

I due mondi [ quello dove prevalgono le regole della convivenza e quello economico ] sono stati studiati dall’economista Dan Ariely che ha dedicato al tema un intero capitolo del suo libro “prevedibilmente irrazionale

Perché siamo felici di fare alcune cose gratis ma quando siamo pagati per farle non lo siamo più?

Perché lavorare gratis implica l’accettazione di un impegno, lo schierarsi per una causa eliminando completamente dalla mente il fattore denaro!

Leggi anche: Gratis, la parola che ti condiziona

Aiutare un amico a fare un trasloco, condividere un dolce o una bottiglia di vino in una serata tra amici oppure offrire il proprio tempo per una nobile causa sono tutti esempi che ricadono nel mondo della convivenza civile.

Ma cosa accade nella tua mente quando queste attività vengono ripagate con denaro?

Aiuto!

Mai mischiare convenzioni sociali e denaro!

abito amici amore 264109 1024x714 - Convenzioni sociali e regole di mercato, 2 mondi separati!

Grazie ad una serie di test di economia sperimentale Ariely ha dimostrato che il mondo delle convenzioni sociali e quello dell’economia di mercato devono restare assolutamente separati per poter continuare a funzionare!

Nel libro cita un esperimento divertente in cui, se hai avuto figli all’asilo, ti ritroverai immediatamente!

In un asilo può capitare che un genitore arrivi in ritardo a riprendere il proprio figlio [ ne sai qualcosa? ] e di solito le maestre accettano più o meno serenamente questi ritardi.

Un atteggiamento “sociale”.

Ma una scuola dell’infanzia, per arginare il problema, ha deciso di mettere delle multe ai genitori indisciplinati …

Risultato?

I genitori, forti del passaggio ad un sistema “di mercato”, hanno trovato più conveniente prendersela con calma e pagare un extra sotto forma di multa, moltiplicando a dismisura il numero dei ritardi ed il tempo medio di ogni ritardo.

Un completo disastro!

Per correre ai ripari allora le maestre sono tornate, dopo qualche tempo, al primo metodo [ quello della convivenza ].

Purtroppo i genitori, entrati in modalità “economia di mercato”, hanno trovato ancora più conveniente prendersela con calma, aumentare i ritardi senza dover pagare alcun pegno.

La conclusione?

Quando da un sistema di convivenza sociale si passa ad un sistema "di mercato" poi è quasi impossibile tornare indietro! Condividi il Tweet

Ehi!

Sei arrivato alla fine dell’articolo e io ti ringrazio per aver dedicato parte de l tuo tempo alla lettura di questo post.

Se sei interessato al tema dell”economia comportamentale e vuoi scoprire tutto quello che Evonomia.com offre sull’argomento ti consiglio di cliccare qui sotto: 

ECONOMICA[ MENTE ]

Alla prossima!

Condividi le informazioni

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.