La diversificazione di portafoglio è inutile?

La guida completa alla diversificazione di portafoglio

La diversificazione di portafoglio è il cardine di ogni investimento finanziario, eppure poche altre volte ho trovato una distanza così abissale tra la teoria e la pratica quotidiana. Alla faccia della riduzione del rischio, dell’educazione finanziaria e della gestione di lungo termine.

Eppure …

Parlando con private banker, promotori finanziari e gestori di portafoglio tutti mi hanno confermato che, nei fatti, è impossibile spiegare ad alcuni clienti i benefici della diversificazione, nonostante sia il miglior modo per ridurre i rischi, ottenere soddisfazione dal tuo portafoglio titoli e gestire al meglio l’emotività tipica dei mercati finanziari.

Leggi anche: Quando conviene comprare azioni?

Allora lancio una provocazione: la diversificazione è inutile?

Investendo in un solo titolo [ o in pochi ] scegli implicitamente di correre più rischi di quelli necessari Condividi il Tweet

Poco importa che dichiari di volere un portafoglio prudente, di fatto se possiedi pochi titoli ti comporti come se per te la diversificazione degli investimenti sia inutile!

Perché questo atteggiamento?

Provo a spiegare la contraddizione [ senza per questo scomodare le teorie di Markowitz sulla frontiera efficiente ] partendo dal mio mondo, ovvero la finanza comportamentale.

Sei curioso di capire meglio cosa allontana molti investitori da quello che, a tutti gli effetti, rappresenta il miglior modo di costruire un portafoglio di lungo termine?

Seguimi!

Ti prometto un percorso semplice, pratico e comprensibile ed alla fine capirai perché è così difficile diversificare …

La volatilità, il battito del tuo cuore finanziario

amusement park carnival carousel 1906839 1 1024x683 - La diversificazione di portafoglio è inutile?

Faccio un passo indietro.

Prima di parlare della diversificazione ragiono su ciò che c’è alla base, ovvero la volatilità.

Cos’è la volatilità? la volatilità è il battito del tuo cuore finanziario, è il grado di emozione che provi prima di arrivare al risultato, è il numero di curve che troverai sul tuo percorso prima di arrivare alla meta.

Concetto poco tecnico, tanto poi arriveremo alle definizioni più serie [ per quello c’è tempo ].

Mi spiego meglio.

Per capire il significato di volatilità segui questo esempio:

Immagina di aver fatto 2 investimenti finanziari ed entrambi in un anno hanno prodotto una performance del +3,65%. Percorsi uguali quindi?

Non proprio.

Il primo infatti è cresciuto dello 0,01% ogni giorno, sabati e domeniche inclusi. Nessun brivido, nessun sogno ma nemmeno sofferenza.

Rendimento noioso con volatilità 1.

Il secondo investimento arriva alla stessa performance passando però da punte di + 20% dopo il primo mese e da una perdita massima del -15% dopo 6 mesi.

Per fortuna recupera fino al + 3,65% appunto. Diciamo, in questo caso, volatilità 10.

Più la volatilità è alta più l'emotività farà parte del tuo percorso d'investimento. Un po' come andare al luna park per fare prima un giro sul brucomela poi uno sulle montagne russe. Condividi il Tweet

Stesso luogo, stessa durata temporale, stesso tipo di attrazione … impatto emotivo decisamente diverso!

Non trovi?

Tecnicamente la definizione di volatilità data daWikipedia dice che

In finanza, la volatilità è una misura della variazione percentuale del prezzo di uno strumento finanziario nel corso del tempo. La volatilità storica deriva dalla effettiva serie storica dei prezzi misurabile nel passato. La volatilità implicita deriva dal prezzo di mercato delle opzioni dello strumento finanziario analizzato, per scadenze future attualmente scambiate.

In pratica la volatilità indica la magnitudine emotiva che deriva dal terremoto provocato dal corso del tuo titolo.

Diversificazione di portafoglio, la tua cintura di sicurezza finanziaria

boy carabiners child 434400 1024x682 - La diversificazione di portafoglio è inutile?

Ma le volatilità si sommano? E come impatta questo sulla tua emotività? Quindi, secondo l’esempio precedente, la somma delle volatilità fa 11?

Assolutamente no!

Il percorso dei vari asset è molto diverso, un giorno un’azione sale e l’altra scende, il giorno dopo magari il contrario, l’altro ancora entrambe scendono …

La volatilità complessiva di un portafoglio nella maggior parte dei casi sarà molto molto inferiore della pura somma algebrica delle singole volatilità.

Ecco spiegato, semplicemente, a cosa serve la diversificazione di portafoglio!

La diversificazione di portafoglio serve a farti correre meno rischi per il solo fatto che gli strumenti finanziari seguono strade diverse e, di volta in volta, l'andamento di uno compensa quello di un altro. Condividi il Tweet

Fantastico!

Hai trovato il modo di investire riducendo i rischi. Comprare molti titoli è la soluzione a tutti i problemi e le paure legate ai mercati.

Ma le decisioni che prendi rispettano questo criterio?

Pensa ancora per un momento all’esempio del Luna Park; quando sali sulle montagne russe ti leghi le cinture di sicurezza? ti togli gli occhiali? metti al sicuro lo smartphone nella tasca interna del giubbotto?

Immagino di si, perché sai che sono tutte cose fastidiose e importanti; quindi le fai anche se ti tolgono un po’ del divertimento e del brivido …

Accetti un po’ di emozione in meno e ricevi in cambio un po’ di tranquillità.

Ecco!

Diversificare porta ad investimenti più tranquilli.

In cambio di cosa? Di minor esaltazione e di rendimenti “compressi”. Logicamente la performance del tuo portafoglio diversificato sarà una media dell’andamento dei singoli titoli.

La diversificazione di portafoglio, quindi, toglie qualche punto percentuale al rendimento al tuo investimento complessivo.

E qui arriviamo al punto dolente!

La diversificazione di portafoglio vissuta come rinuncia

evonomia paura - La diversificazione di portafoglio è inutile?

Predicare bene e razzolare male …

L’idea di diversificare, nei fatti, è mal sopportata per il semplice fatto che toglie brivido alla tua elettrizzante avventura finanziaria.

Perché tu, quando giochi in borsa, in realtà cerchi rendimento o adrenalina?

Ti riporto questo dialogo avuto qualche tempo fa con un mio caro amico.

Se sei un gestore di portafoglio lascia un commento nel caso in cui hai avuto simili confronti con un cliente.

“Davide, ho preso dei titoli di Stato americani ed il cambio mi ha fatto perdere il 10% in pochi mesi, cosa faccio?”

“scusa ma è il tuo unico investimento?”

“No, è solo una piccola parte, il resto è in fondi azionari che stanno andando alla grande!!!! Allora … che faccio con le obbligazioni americane?”

Capita anche a te?

Diversificazione di portafoglio e contabilità mentale

contabilità mentale barattoli - La diversificazione di portafoglio è inutile?

Ecco allora che tutto il discorso sull’importanza della distribuzione dei rischi lo buttiamo nel cestino!

Perché questo comportamento?

La risposta è semplice e si chiama contabilità mentale.

Il tuo subconscio incasella le decisioni in “barattoli mentali” separati gli uni dagli altri. È un atteggiamento normale che mettiamo in atto tutti quanti, non temere.

Tra l’altro, in molti casi questo approccio mentale rappresenta un vantaggio perché permette di decidere presto e bene. Se vuoi saperne di più…

Leggi anche: mental accounting, pro e contro della contabilità mentale

Purtroppo altre volte questo “atteggiamento a comparti stagni” ti toglie la visibilità complessiva, non ti fa vedere la foresta dall’alto limitando la tua capacità decisionale.

E questo è il caso dei tuoi investimenti finanziari.

Perché?

Perché [ inutile negarlo! ] il tuo subconscio tratta separatamente ogni titolo e se ne frega che quell’asset sia lì proprio per bilanciare [ nel bene e nel male ] il resto dell’asset allocation.

Questo vuol dire che se un’azione ha performance negativa la tua mente soffre e non vede l’ora di liberarsene.

E la sofferenza mentale ha la meglio sulla logica, sulla teoria e sul buon senso.

Altro che storie!!! Altro che diversificazione dei rischi !!!

Leggi anche: Prospect Theory, decidere significa [anche] sbagliare!

Quindi credi che il tuo approccio verso gli investimenti sia prudente, in realtà ti piace scommettere su singoli titoli perché sogni di diventare ricco molto presto!

Vero?

Tutto chiaro, semplice e coerente. Riassumendo, ti piace investire, desideri guadagnare molto e non sopporti di perdere denaro. Quindi rinunci a diversificare i tuoi investimenti perché speri di azzeccare quelli giusti.

Buona fortuna.

Comunque non preoccuparti, sei in bella compagnia. Tutti noi, chi più chi meno, agiamo in questo modo.

Ora posso rispondere alla domanda se la diversificazione è inutile. La risposta, chiaramente, è NO; purtroppo per arrivare ad ottenerla devi combattere contro il tuo peggior nemico:

Il tuo istinto!

E, come diceva John Templeton parlando di mercati finanziari

Le quattro parole più pericolose in un investimento sono “Questa volta sarà diverso”J. Templeton Condividi il Tweet

Ehi!

Sei arrivato alla fine e io ti ringrazio per aver dedicato il tuo tempo alla lettura di questo post.

Immagino quindi che ti possa interessare scoprire qualcosa di più sulla finanza comportamentale.

Allora, per avere una panoramica di tutto quello che Evonomia.com offre sull’argomento ti consiglio di cliccare qui sotto:

FINANZIARIA [ MENTE ]

e di iscriverti alla newsletter, per restare sempre aggiornato.

A presto!

Potrebbero interessarti anche...

2 Risposte

  1. Giovanni ha detto:

    Apprezzo il ringraziamento per essere arrivato alla fine, in effetti ha giovato piú allo scrittore che al lettore.
    L’articolo messo in questo modo è purtroppo clickbait e poco utile, dato che non si occupa di smentire l’utilitá della diversificiazione, bensí di dibattere sulla percezione/accettazione dei rischi da parte di chi investe. Per evitarlo bastava intitolarlo “preferiamo il brivido del rischio o una maggior sicurezza finanziaria?”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.