Herd behavior, pregi [ e difetti ] dell’effetto gregge

il comportamento del gregge è un bias sociale molto diffuso
Condividi le informazioni

Hai mai sentito parlare dell’ effetto gregge? nelle scienze comportamentali il cosiddetto herd behavior si riferisce alla tua naturale tendenza a seguire ed imitare quello che fanno altri esponenti del tuo gruppo.

Una volta, quando eri un uomo delle caverne e dalla tua prima reazione in situazioni d’emergenza dipendeva direttamente la sopravvivenza, agire all’interno di un gruppo poteva fare la differenza! Allora era molto utile godere dell’effetto gregge.

Ed ancora oggi lasciarsi influenzare, seguendo la mentalità del gregge, è un tipico comportamento umano che ha indubbi vantaggi ma che in molti casi porta a soluzioni sociali irrazionali. Il punto è che, egoisticamente, tendi a conformarti proprio per l’efficacia delle informazioni che ottieni osservando il comportamento degli altri in una logica di esperienza evolutiva radicata nei secoli.

Ma cosa significa herd behavior?

Il comportamento gregario è un bias sociale che ti conduce a prendere decisioni [ economiche e finanziarie ] che non avresti preso se fossi stato da solo! E scoprirai che spesso questo bias è proprio colpa della pressione sociale che ti spinge a conformarti per non essere escluso dal gruppo.

Ma procediamo con ordine.

Effetto gregge, l’esempio dei 2 ristoranti

Evonomia Menu engineering - Herd behavior, pregi [ e difetti ] dell'effetto gregge

Parto da un esempio concreto.

Immagina di avere fame e di cercare un ristorante in una città sconosciuta. Svolti l’angolo e ti trovi di fronte 2 locali, uno a fianco dell’altro.

Il primo è vuoto, freddo e desolato mentre il secondo è ben frequentato, un buon profumo ti solletica le narici ed il vociare mette allegria.

Quale ristorante scegli?

Immagino il secondo perché la tua mente ragiona in modo semplice, veloce e lineare: gli altri sembrano divertirsi ed è facile immaginare che sarà lo stesso anche per te.

L’esempio dei 2 ristoranti è un caso semplice, efficace e “naturale” di effetto gregge.

Ma da cosa deriva questo benedetto bias comportamentale?

La geometria del gregge egoista

animals close up cold 139640 1024x682 - Herd behavior, pregi [ e difetti ] dell'effetto gregge

In un famoso articolo del 1971 il biologo evoluzionista William Donald Hamilton ha osservato che, di fronte ad un predatore, molte specie animali [ dagli stormi di uccelli alle sardine in mare ] ottengono la massima protezione comportandosi in modo identico pur con uno spirito individualistico ed egoista.

Hamilton ha dimostrato che tutti gli animali del gregge cercano riparo al centro del gruppo, muovendosi in modo coordinato pur non seguendo una traiettoria precisa.

L’egoismo dei singoli trova, quindi, la sua massima espressione all’interno di un gregge.

Anche per gli esseri umani è così?

Evidentemente si, anche guardando ad esempi “social” come le recensioni di Amazon e di TripAdvisor; perché, ammettilo, se devi scegliere tra 2 hotel o 2 prodotti simili ti affidi a quello con il maggior numero di recensioni positive!

So già cosa pensi… “Ok, belle teorie e belle parole ma me lo puoi dimostrare?”

Si.

L’esperimento di Solomon Asch

asch experiment 1024x761 - Herd behavior, pregi [ e difetti ] dell'effetto gregge
immagine tratta da internet

Nel 1951 Solomon Asch ha condotto il seguente esperimento:

Una cavia veniva messa in una stanza con una serie di “attori”, che lui pensava essere semplici partecipanti all’esperimento.

Alle prime domande tutti rispondevano correttamente, rassicurando il malcapitato circa la correttezza del gruppo e dell’esperimento.

Poi iniziava il vero esperimento!

Il test era molto semplice:

Veniva chiesto a tutti i partecipanti di indicare quale dei 3 bastoncini nella foto qui sopra fosse lungo tanto quanto quello originale.

La risposta è semplice ed evidente eppure ..

La “cavia” era l’ultima a rispondere ed osservava che tutti gli attori rispondevano a voce alta fornendo la stessa indicazione sbagliata!

Cosa avrebbe risposto il malcapitato?

Naturalmente, nella maggior parte dei casi [ il 75% ], il nostro eroe si adeguava alla risposta generale, pur intimamente convinto che fosse errata!

Questo risultato, pur con tutti i limiti ed i distinguo, ha nei fatti dimostrato che

fare parte di un gruppo è una condizione sufficiente per modificare percezioni, giudizi e comportamenti di un singolo individuo Condividi il Tweet

Ma qual è il motivo per cui è così facile cadere nella tentazione di seguire la folla?

Pensaci bene …

In fondo è comodo seguire il pensiero comune, tanto se è corretto tu [ e tutti gli altri componenti del gruppo ] ne godrai i frutti.

Se per caso fosse errato … beh, mal comune mezzo gaudio!

Ehi

Sei arrivato alla fine e io ti ringrazio per aver dedicato il tuo tempo alla lettura di questo post.

Se lo hai trovato interessante lascia un commento.

Inoltre, per avere una panoramica di tutto quello che Evonomia.com offre sull’argomento ti consiglio di cliccare qui sotto:

MENTAL [MENTE]

Grazie e alla prossima!

Condividi le informazioni

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.