Prospect Theory nell’epoca dei tassi di interesse negativi

tassi negativi 720x340 - Prospect Theory nell'epoca dei tassi di interesse negativi

Acquistare obbligazioni con tassi di interesse negativi crea uno strano effetto psicologico anche in chi professionalmente gestisce portafogli titoli.

Avrai ad esempio sentito parlare dello spread BtP Bund e del Bund tedesco a tasso negativo. Ti sei chiesto perché dovresti acquistare un titolo di Stato a rendimento negativo?

E la tua mente come elabora un investimento del genere?

Come vedremo è possibile capire, approfondire e gestire (grazie alla Prospect Theory) dubbi ed incertezze legate ad un’operazione finanziaria controintuitiva.

Tassi di interesse negativi

Cosa significa per un’obbligazione avererendimenti negativi?

Acquistare un’obbligazione con tasso di interesse negativo significa che, sommando le cedole e l’importo che ti restituiranno a fine prestito, otterrai meno denaro di quanto ne hai versato per comprarla. La tua operazione è una perdita sicura. Che senso ha?

Per esempio il Bund a cinque anni in questi giorni rende circa -0,40%.

Eppure, ancora oggi, operatori finanziari acquistano e vendono titoli di Stato con rendimenti negativi.

Il Bond pensato come un’assicurazione

Dobbiamo ancora rispondere alla domanda principale:

Perché dovrei acquistare un prodotto finanziario che mi offre una perdita certa?

euro 447209 640 300x200 - Prospect Theory nell'epoca dei tassi di interesse negativiSei sicuro che si tratti di una perdita certa?

La risposta naturalmente è no, non è certa per niente (se eviti di tenere il titolo fino a scadenza)

Infatti il prezzo di un’obbligazione oscilla (anche molto) da un giorno con l’altro. Questa variazione di prezzo esprime, a grandi linee, l’aumento o la diminuzione del rischio che gli investitori assegnano all’emittente del bond in questione (sia essa una società oppure una Nazione).

Durante una crisi (di fiducia) molti sottoscrittori sono disposti a pagare, per un titolo ritenuto sicuro, un prezzo crescente (ottenendo un rendimento basso o addirittura negativo).

In momenti di crisi acquistare e poi vendere bond “sicuri” prima della loro naturale scadenza assicura un guadagno, nonostante il titolo offra un rendimento negativo!

Ecco spiegato perché anche un’obbligazione a rendimento negativo può fornire un guadagno.

In altre parole, sottoscrivere oggi un bond a tasso negativo significa assicurarsi pagando un premio certo (il rendimento negativo) pur di garantirsi la tranquillità di riavere il capitale alla scadenza.

Più aumenta il rischio percepito, maggiore sarà il costo dell’assicurazione!

Prospect Theory e tassi di interesse negativi

Come dicevo la scelta di “assicurarsi” lascia comunque una strana sensazione psicologica, anche nei gestori di portafoglio.

Molti investitori, invece, comprano un’obbligazione puntando a ricevere le cedole tenendola fino a scadenza.

Poco importa se, nel frattempo, il prezzo del bond oscilla e scende sotto quello d’acquisto (indicando implicitamente una perdita).

Questo è un tipico comportamento irrazionale.

Come spiega la Prospect Theory, generalmente un investitore preferisce mantenere lo status quo dei propri investimenti piuttosto che prendere in considerazione un cambiamento di scenario.

Il flusso cedolare e la mancata percezione del rischio creano nell’obbligazionista un punto di vista eccessivamente rassicurante …

Leggi anche: La teoria che spiega l’irrazionalità delle tue scelte

Inoltre, sempre la teoria del punto di vista, spiega che gli investitori sono tendenzialmente avversi alla perdita.

Preferiscono quindi un premio certo rispetto ad un premio maggiore ma incerto. Di contro preferiscono rischiare una perdita maggiore ma incerta piuttosto che assicurarsi pagando un importo certo.

Grazie alla Prospect Theory siamo in grado di capire meglio l’avversione ad acquistare obbligazioni con rendimento negativo e la propensione a mantenere in portafoglio titoli ad elevato rischio.

Quando si tratta di perdere denaro (ovvero assicurarci) preferiamo l’incerto al certo!

Eppure, anche nell’epoca dei tassi di interesse negativi, le obbligazioni “free risk” svolgono un compito di equilibrio del portafoglio.

Ho personalmente toccato con mano, negli ultimi anni, l’importanza del loro ruolo nei momenti più turbolenti di mercato e ti domando:

La gestione del tuo portafoglio è bilanciata e gli investimenti rispecchiano veramente il grado di rischio complessivo che sei disposto ad accettare?

In caso contrario, hai già pensato a cosa stai facendo per “assicurare” il tuo portafoglio in caso di scenario negativo?

Perché come dice lo stesso Kahneman:

Il negativo vince sul positivo sotto molti profili e l’avversione alla perdita è una delle tante manifestazioni di una vasta dominanza della negatività.

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.